TRIBUNALE DI MODENA L’ORDINE DI ACQUISTO DI TITOLI DISCONOSCIUTO DAL RISPARMIATORE E’ NULLO E IL RISPARMIATORE VA RISARCITO

by Redazione CODACONS ER on

16 luglio 2018

COMUNICATO STAMPA

TRIBUNALE DI MODENA L’ORDINE DI ACQUISTO DI TITOLI DISCONOSCIUTO DAL RISPARMIATORE E’ NULLO E IL RISPARMIATORE VA RISARCITO

Il CODACONS ha ottenuto dal Tribunale di Modena (sentenza n.1089/2018) la dichiarazione di nullità dell’ordine di acquisto di titoli che era stato disconosciuto dal risparmiatore a fronte della mancata richiesta di verificazione della firma sull’ordine stesso da parte dell’Istituto bancario (Banco Popolare Soc. Coop. già Banco Popolare di Verona San Geminiano e San Prospero) che dovrà così rimborsare / risarcire l’investitore residente in provincia di Modena di euro 15.000,00.     Questa sentenza pone in luce come ordini di acquisto non siglati dal titolare del contratto di intermediazione finanziaria o da soggetti da lui delegati sia nullo. La banca ha l’obbligo infatti di dimostrare che il risparmiatore ha effettivamente voluto effettuare un certo investimento e lo può fare solo per prova scritta o per registrazione su supporto magnetico mentre la prova orale (per testi) è possibile solo quando la banca abbia perso, per motivo a lei non addebitabile, l’ordine scritto o la registrazione su supporto magnetico. Queste e molte altre sono le regole volute dal Legislatore a tutela del risparmio per cui tutti coloro che hanno subito delle perdite finanziarie prima di disperarsi è bene che facciano verificare la loro posizione da una legale di loro fiducia o da una legale di una associazione dei consumatori.

Vice Presidente Nazionale CODACONS, Responsabile Contenzioso Bancario CODACONS  e Presidente CODACONS Emilia Romagna

Avv. Bruno Barbieri

Written by: Redazione CODACONS ER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *