INCENDIO BOLOGNA: CODACONS ATTACCA IL MINISTRO TONINELLI. DIFENDE LOBBY DEI TRASPORTATORI A DISCAPITO DELLA SICUREZZA STRADALE

by Redazione CODACONS ER on

COMUNICATO STAMPA
Cronaca nazionale e di Bologna
7 agosto 2018

INCENDIO BOLOGNA: CODACONS ATTACCA IL MINISTRO TONINELLI. DIFENDE LOBBY DEI TRASPORTATORI A DISCAPITO DELLA SICUREZZA STRADALE

ECCO COSA SCRIVE IL MINISTERO NEL CHIEDERE LA RIFORMA DELLA SENTENZA DEL TAR CHE AVEVA BOCCIATO IL CALENDARIO DI CIRCOLAZIONE DEI TIR

CODACONS CHIEDE DI LIMITARE ALLE SOLE ORE NOTTURNE IL TRASPORTO DI MERCI PERICOLOSE

Durissimo attacco del Codacons al Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, all’indomani del tragico incidente di Bologna che ha causato immensi danni ai cittadini e alle infrastrutture autostradali.
Nonostante i gravi incidenti che si stanno verificando in questi giorni di esodo e provocati dalla presenza di Tir in autostrada, il Ministro ha scelto di difendere la lobby degli autotrasportatori mettendo in secondo piano le esigenze di sicurezza stradale – spiega l’associazione – Solo pochi giorni fa infatti il Ministero dei trasporti ha presentato ricorso d’appello al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar Lazio che, accogliendo un ricorso del Codacons, ha bocciato il calendario 2018 contenente i giorni di divieto di circolazione dei mezzi pesanti ritenendo eccessive le deroghe rilasciate dai Prefetti e perché non in grado di garantire adeguata sicurezza sulle strade.
Nelle motivazioni dell’appello il Ministero si schiera apertamente a favore della lobby dei Tir scrivendo:
“si rappresenta che l’eventuale adempimento
alle disposizioni della sentenza de qua, comporterebbe un’azione forte da parte del
mondo produttivo e di quello dell’autotrasporto con eventuali condizioni e situazioni da “scontro sociale”, che avrebbe inevitabili ripercussioni sulla stabilità economico – produttiva del Paese, con il diretto coinvolgimento del Governo. Il principio interpretativo “assoluto” adottato dal Tribunale Amministrativo, per le suindicate ragioni, non appare, tuttavia, applicabile alla fattispecie de qua proprio perché non tiene in considerazione le variabili legate alle situazioni e alle condizioni
contingenti od urgenti che si possono presentare e che sono alla base dell’emanazione delle deroghe Prefettizie ai sensi degli artt. 4, 5 e 6 dei DM
impugnati, nonché le fattispecie astratte e le esigenze e richieste a livello locale che, come sopra precisato, partecipano indirettamente e/o direttamente in modo sostanziale alla determinazione dei provvedimenti de quibus”.
Fa specie che il ministro Toninelli ritenga che assicurare la sicurezza a milioni di cittadini sia una esigenza meno importante nello scontro sociale che possono minacciare le lobby fasciste degli autotrasportatori – afferma il Codacons – Non solo contrasteremo al  Consiglio di Stato la vergognosa posizione del Ministro dei trasporti, ma chiederemo anche l’adozione di un provvedimento urgente per limitare tutto l’anno il trasporto su ruote di materiali pericolosi e/o infiammabili alle sole ore notturne.

Written by: Redazione CODACONS ER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *