by Redazione CODACONS ER on

2 Ottobre 2018

COMUNICATO STAMPA

UN ERRORE VIETARE L’USO DEGLI EURO 4 DIESEL CON COSI’ POCO ANTICIPO COME QUELLO DI EMETTERE GRIDA DI MANZONIANA MEMORIA

Il CODACONS  reputa che sia stata una scelta avvenata ed in violazione dei diritti di molti proprietari di veicoli Euro 4 diesel quella di comunicare da parte dei comuni con così poco anticipo di voler estendere il divieto di circolazione dalle 8.30 alle 18.30 anche questa categoria di veicoli.

Il CODACONS che è associazione di protezione ambientale e che pertanto non può che vedere con favore qualsiasi iniziativa  volta a limitare l’inquinamento dell’aria, ritiene che i comuni abbiano sbagliato le tempistiche con cui comunicare tale loro volontà di voler fare i primi della classe nella tutela dell’aria rispetto a quanto avviene nel resto d’Italia.

Non ritiene il CODACONS  che i comuni dovessero attendere gli ultimi giorni di settembre per decidere che in Emilia Romagna si volesse adottare una politica più restrittiva ed avrebbero dovuto dare ampio margine di tempo ai proprietari delle vetture meno vetuste che non poteva attendersi un provvedimento di questo genere.

Volendo fare un parallelo a situazioni in cui il proprietario del veicolo è impossibilitato al suo uso si può richiamare quanto previsto e non a caso nella procedura di fermo ammnistrativo laddove è previsto che dal 21/8/2013, al debitore deve essere notificata una comunicazione preventiva contenente l’avviso che, in mancanza del pagamento delle somme dovute entro il termine di 30 giorni, sarà eseguito il fermo, senza necessità di ulteriore comunicazione.

Tale informativa è dovuta per l’effetto afflittivo di questa misura che al pari del blocco di circolazione incide in modo pesante sulla organizzazione familiare e lavorativa.

In ogni caso affinché i divieti non restino voci che si perdono nel vuoto sarebbe quanto meno opportuno che le telecamere ai blocchi della ZTL avessero modo di rilevare e così sanzionare in automatico chi viola i divieti di circolazione ed avendo una tecnologia già predisposta per la rilevazione delle targhe non dovrebbe essere così complicato adeguare tale funzione all’uso specifico.

Pertanto il CODACONS  invita i possessori di Euro 4 diesel destinatari di sanzioni di rivolgersi al CODACONS per verificare la possibilità di impugnare le sanzioni ed al tempo stesso il CODACONS verificherà se i Comuni ed in particolare il Comune di Bologna ha  attivato come avrebbe dovuto i controlli con le telecamere ai varchi delle rispettive ZTL per rendere i divieti efficaci riservandosi in difetto di segnalare tale inadempimento al Ministero competente nonchè agli uffici europei che si occupano di verificare il rispetto della normativa anti-smog.

Vice Presidente Nazionale CODACONS e Presidente CODACONS Emilia Romagna

Avv. Bruno Barbieri

Written by: Redazione CODACONS ER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *