IL CODACONS E’ STATO AMMMESSO PARTE CIVILE NEL PROCEDIMENTO PENALE AVANTI AL TRIBUNALE PENALE DI BOLOGNA AVENTE AD OGGETTO IL REATO ASSOCIATIVO DI FRODE IN COMPETIZIONI SPORTIVE

by Redazione on

I legali del CODACONS hanno ottenuto il riconoscimento del diritto dell’associazione di costituirsi parte civile nel procedimento penale contro alcuni imputati accusati di essersi associati allo scopo di commettere più delitti di frode e truffa in competizioni sportive nonché dei delitti di estorsione aggravata e sequestro di persona a scopo di estorsione diretti ad influire ed alterare nel campionato di calcio di serie B, in Lega Pro, in “coppa Italia” nazionale e di Lega Pro e in partite internazionali di calcio e di basket il naturale esito delle partite, con l’aggravante che alcuni egli associati scorrevano armati nelle pubbliche vie del territorio italiano e che il  numero di associati eccedeva il numero di dieci. Ed ancora l’accusa riguarda il fatto che con più atti esecutivi di un medesimo disegno criminoso alcuni imputati offrivano e/promettevano reciprocamente tra loro denaro o altra utilità ai partecipanti a competizioni sportive organizzate dalle Federazioni riconosciute dal CONI per influenzare il risultato di alcune partite di calcio nel corso dell’anno 2015.  

Tale decisione di fatto riconosce l’impegno profuso dall’associazione in tutti questi anni nella tutela dei diritti dei consumatori di poter confidare a tutti gli effetti di risultati di competizioni sportive fedeli ai valori espressi nei vari terreni di gioco e così della trasparenza e correttezza degli esiti di dette competizioni anche ai fini del sistema delle scommesse ad esse collegate così come nell’impegno profuso dal CODACONS a trasmettere il valore della lealtà in abito delle competizioni  sportive.    

      Vice Presidente Nazionale  CODACONS Emilia Romagna

Avv. Bruno Barbieri  (per i soli giornalisti) cell 338.22.19.123

Written by: Redazione