I REFERENTI DEI COMITATI FAMILIARI VITTIME COVID DI BOLOGNA, MODENA E PARMA NONCHE’ IL CODACONS EMILIA ROMAGNA INDICONO PER IL GIORNO 30.05.2020 UNA CALL SU INTERNET APERTA A TUTTI COLORO CHE HANNO AVUTO DECESSI IN FAMIGLIA O RICOVERI IN CONSEGUENZA DEL CONTAGIO DA SARS-CoV-2

by Redazione on

I referenti dei comitati dei familiari vittime Covid delle province di Bologna, Modena e di Parma hanno chiesto al CODACONS di organizzare una call aperta a tutti i familiari delle vittime o di persone che hanno subito dei ricoveri o conseguenze sanitarie dal virus SARS-CoV-2 al fine di potere realizzare, in un momento storico in cui è difficile tenere in sicurezza un’assemblea pubblica, un momento di confronto destinato a raccogliere le testimonianze e le richieste di aiuto da parte di tutti coloro che dubitano o hanno ragione di credere che l’aver contratto il virus SARS-CoV-2 sia stata la diretta o indiretta conseguenza del mancato rispetto delle regole di distanziamento sociale nei luoghi di ricovero in strutture pubbliche o private o sui luoghi di lavoro. Si tratta  di organizzare una sorta di piazza virtuale riservata a tali persone (con l’esclusione per ora in tale ambito degli organi di stampa) dove potersi confrontare ed avere le prima indicazioni utili su come porsi rispetto a coloro che potrebbero essere a capo delle strutture private e/o  pubbliche responsabili dei contagi.  I comitati organizzatori ritengono e così anche il CODACONS, che sia opportuno concentrarsi e coordinarsi al massimo per tentare di aiutare le Procure della Repubblica presso i singoli Tribunali ad accertare i fatti e le eventuali responsabilità dei contagi partendo dalle singole strutture e/o luoghi di lavoro per risalire la catena di comando, quando occorra, anche agli enti territoriali o governativi.

In questa fase, pertanto, la riunione su internet sarà dedicata ad allargare quanto più possibile gli aderenti ai comitati e per fornire ai partecipanti alla call gratuitamente le istruzioni per l’uso per come procedere per giungere quanto prima ad individuare i responsabili di quanto accaduto ed ottenere oltre che le condanne dovute a carico di questi ultimi, dagli stessi o dalle compagnie assicurative che li tutelano – per quanto riguarda la responsabilità civile, il dovuto ristorno economico e per capire come sia opportuno o meno tenere contatti diretti o indiretti con queste persone.

Il CODACONS, che ha titolo per costituirsi quale parte civile in tutti i procedimenti penali  legati ai contagi da SARS-CoV-2, organizzerà la riunione che si terrà sabato 30.05.2020 alle ore 11.00 sulla piattaforma ZOOM e per potervi avere accesso sarà necessario inviare entro le ore 9.00 del medesimo giorno un email all’indirizzo info@studiolegaleauderesemper.it inviando in allegato un documento comprovante la proprio qualità di ammalato Covid o di decesso di un proprio parente da Covid sottoscrivendo ed inviando al medesimo indirizzo di posta elettronica la liberatoria privacy scaricabile dal sito www.codaconsemiliaromagna.it

Il CODACONS rinvierà a chi vuole partecipare un link di accesso alla riunione con relativa password.

Per chi non fosse munito di strumentazione idonea potrà inviare una comunicazione alla sede del CODACONS Emilia Romagna (codacons.emiliaromagna@gmail.com ) in cui segnalare l’interesse a partecipare alla prima riunione pubblica che si terrà fisicamente in apposita sala non appena possibile.

Presidente Codacons Emilia Romagna –  Avv. Bruno Barbieri

Referenti comitati vittime Covid provincia di Parma, Modena e Bologna 

I referenti dei comitati dei familiari vittime Covid delle province di Bologna, Modena e di Parma hanno chiesto al CODACONS di organizzare una call aperta a tutti i familiari delle vittime o di persone che hanno subito dei ricoveri o conseguenze sanitarie dal virus Covid Sars 2 la fine di potere realizzare, in un momento storico in cui è difficile tenere in sicurezza una assemblea pubblica, un momento di confronto destinato  a raccogliere le testimonianze e le richieste di aiuto da parte di tutti coloro che dubitano o hanno ragione di credere che l’aver contratto il virus SARS covid 2 sia stata la diretta o indiretta conseguenza del mancato rispetto delle regole di distanziamento sociale nei luoghi di ricovero in strutture pubbliche o private o sui luoghi di lavoro. Si tratta  di organizzare una sorta di piazza virtuale riservata a tali persone ( con l’esclusione per ora in tale ambito degli organi di stampa ) dove potersi confrontare ed avere le prima indicazioni utili su come porsi rispetto a coloro che potrebbero essere a capo delle strutture private e/o  pubbliche responsabili dei contagi.  I comitati organizzatori ritengono  e così anche il CODACONS,  che sia opportuno concentrarsi  e coordinarsi al massimo per tentare di aiutare le Procure della Repubblica preso i singoli Tribunali ad accertare i fatti e le eventuali responsabilità dei contagi partendo dalle singole strutture e/o luoghi di lavoro per risalire la catena di comando quando occorra anche agli  enti territoriali o governativi.

In questa fase, pertanto, la riunione su internet  sarà dedicata ad allargare quanto più possibile  gli aderenti ai comitati e per fornire ai partecipanti alla call gratuitamente le istruzioni per l’uso per come procedere  per giungere quanto prima ad individuare i responsabili  di quanto accaduto ed ottenere oltre che le condanne dovute a carico di questi ultimi anche per ottenere quanto prima dagli stessi o dalle compagnie assicurative che li tutelano, per quanto riguarda la responsabilità civile, il dovuto ristorno economico e per capire se e come sia opportuno o meno tenere contatti diretti o indiretti con queste persone .

Il CODACONS che ha titolo per costituirsi quale parte civile in tutti i procedimenti penali  legati ai contagi da Sars Covid 2 organizzerà la riunione che si terrà sabato 30.05.2020   alle ore 11,00 sulla piattaforma ZOOM e per potervi avere accesso sarà necessario inviare fino alle ore 9,00 del medesimo giorno una email all’indirizzo segreteria01@studiolegaleauderesemper.it inviando in allegato un documento comprovante la proprio qualità di ammalato covid o di decesso di un proprio parente da covid sottoscrivendo ed inviando al medesimo indirizzo di posta elettronica la liberatoria privacy scaricabile dal sito del CODACONS Emilia Romagna.

Il CODACONS  rinvierà a chi vuole partecipare un link di accesso alla riunione con relativa password.

Per chi non fosse munito di strumentazione idonea potrà inviare una comunicazione alla sede del  CODACONS Emilia Romagna in cui segnalare l’interesse a partecipare alla prima riunione pubblica che si terrà fisicamente in apposita sala non appena possibile     

Presidente Codacons Emilia Romagna  Avv. Bruno Barbieri

Referenti comitati vittime covid provincia di Parma , Modena e Bologna 

Written by: Redazione