I CLIENTI TRUFFATI DALLA PROMOTRICE FINANZIARIA DI BANCA FIDEURAM – SANPAOLO CHE OPERAVA A FIDENZA PRENDONO ATTO CHE LA BANCA TRADISCE NUOVAMENTE LE LORO LEGITTIME ASPETTATIVE FACENDO UNA REPENTINA ED INGIUSTIFICATA MARCIA INDIETRO DOPO UN ANNO DI TRATTATIVE GIUNTE SOSTANZIALMENTE AL TERMINE

by Redazione on

Comunicato Stampan – Vicenda Landri

COMUNICATO STAMPA

Parma,  8 gennaio 2021

I CLIENTI TRUFFATI DALLA PROMOTRICE FINANZIARIA DI BANCA FIDEURAM – SANPAOLO CHE OPERAVA A FIDENZA PRENDONO ATTO CHE LA BANCA TRADISCE NUOVAMENTE LE LORO LEGITTIME ASPETTATIVE FACENDO UNA REPENTINA ED INGIUSTIFICATA MARCIA INDIETRO DOPO UN ANNO DI TRATTATIVE GIUNTE SOSTANZIALMENTE AL TERMINE  

Purtroppo dopo quasi un anno di confronto leale sui numeri tra i legali ed i consulenti tecnici di oltre 40 clienti di Banca Fideuram associati al CODACONS ed i legali della  Banca, volto a definire in via bonaria la vicenda come si è soliti fare in queste circostanze per non oberare inutilmente il Tribunale quando non ci sono dubbi sullo svolgimento dei fatti a danno dei clienti della banca, il neo CDA  di Banca Fideuram insediatosi  a metà settembre 2020, ha deciso quando oramai si erano definite le somme risarcitorie per ogni truffato con un cambio repentino ed ingiustificato di atteggiamento legato a problemi interni alla banca ed ha comunicato che la banca non intende di fatto considerare danneggiati tutti coloro che hanno ricevuto rendicontazioni false volendo limitare i ristori a chi ha avuto sottratte delle somme senza riconoscere neppure a questi ultimi alcunché a titolo risarcitorio.

Si tratta di un approccio che fa a pugni con il diritto e che disconosce l’esistenza nella definizione e determinazione del danno patrimoniale non solo del danno emergente ma anche del lucro cessante che rappresenta l’A B C in termini di nozioni giuridiche ai primi anni della facoltà (oggi definite scuole) di Giurisprudenza.

Non possiamo che prendere atto di questo approccio e non volendo perdere ulteriore tempo ai truffati in qualità di legali stiano raccogliendo i mandati per attivare le azioni civili risarcitorie contro la promotrice finanziaria Antonella Lambri ma soprattutto contro la banca il cui ultimo atteggiamento tenuto dopo un anno di serrato confronto, non potrà non essere non tenuto in considerazione dal Tribunale anche in termini entità di condanna alle spese legali a carico della banca.   

Fatto ancor più grave se consideriamo che detto cambio repentino ed immotivato di rotta della banca  si sta verificando in un particolare periodo di crisi finanziaria, dove molti truffati contavano su risparmi dichiarati e ribaditi in ogni comunicazione rilasciata su carta intestata della banca dalla promotrice finanziaria e dove non vi era alcun sentore di una truffa visto e considerato che la stessa promotrice dimostratasi poi infedele ai propri obblighi rispetto ai clienti ed alla banca,  sino a poco prima di essere scoperta organizzava feste, eventi ed ogni buon sorta di promozione del suo operato con invitati d’eccellenza e con il pieno appoggio dell’istituto stesso, quando la banca invece che finanziare detti aventi avrebbe dovuto investire dette somme  per garantire i risparmi e la tranquillità dei propri clienti rispettando anche la finalità sociale che la stessa ricopre a favore di famiglie, imprese o altri intermediari.

La risposta della banca ai risparmiatori rimasti truffati, dopo aver dimostrato tutte le lacune di Sanpaolo  Invest- Banca Fideuram in termini di controllo dell’operato della propria promotrice di cui invece tesseva continuamente le lodi è stata del tutto deludente ed opposta alle legittime aspettative dei clienti, ossia, in buona sostanza Banca Fideuram si rapporta in buona sostanza questi termini, caro cliente se sei stato truffato dalla mia promotrice finanziaria sono problemi tuoi dovevi stare più attento e dopo un anno di attesa di trattativa con un cambio repentino di rotta io mi limiterò a rimborsarti le somme sottratte o/e se non hai avuto somme sottratte o perdite finanziarie noi non ti riconosco nulla, anche se da un giorno all’altro hai visto ridotto il tuo patrimonio di oltre 2 terzi rispetto a quanto dichiarato dalla nostra promotrice in uno dei miei tanti eventi commemorativi che esaltavano la sua lungimiranza e ti dovrai accontentare di una pacca sulla spalla.

Non potendo ovviamente essere questa una tesi condivisa dai Tribunali verranno attivati i singoli procedimenti civili in attesa della comunicazione di fine indagini che riteniamo la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Parma dovrebbe depositare a breve, stante il lungo periodo di tempo trascorso dalla data dei fatti ad oggi, ed il numero rilevante di persone coinvolte in detta truffa, l’eventuale richiesta di rinvio a giudizio con la conseguente possibilità di costituirsi parte civile in detto procedimento penale per tutti i truffati, nei confronti della sig.ra Antonella Lambri, ed a titolo risarcitorio contro la banca per cui la stessa lavorava, si procederà in ogni caso da subito nel frattempo con la notifica dei singoli atti citazione in sede civile.

Avv. Bruno Barbieri         

Written by: Redazione