NUOVA AZIONE CIVILE BANCA CARIGE: AGISCI CON IL CODACONS PER IL RISARCIMENTO DEL DANNO

by Redazione on

Nell’ambito del procedimento penale che si è tenuto presso il Tribunale Penale di Roma nei confronti degli ex dirigenti Carige, è stato accertata l’intervenuta prescrizione in relazione al reato di aggiotaggio.
Centinaia di azionisti ed obbligazionisti che si erano costituiti parte civile con i legali del Codacons in questo processo al fine di ottenere il risarcimento delle perdite finanziarie subite legate alle azioni di Banca Carige ed erano stati ammessi dal Tribunale proprio in qualità di persone offese dal reato di aggiotaggio.
Il procedimento penale prosegue ora solo per il reato di ostacolo all’attività di vigilanza per il quale, a differenza del reato di aggiotaggio, è prevista una prescrizione più lunga, ma per il quale la legge non prevede la costituzione di parte civile per gli azionisti.
L’intervenuta prescrizione dei reati è stata purtroppo conseguente ai numerosi rinvii e ritardi legati, in buona parte, all’attuale emergenza epidemiologica.
L’accertamento di intervenuta prescrizione non rappresenta in alcun modo una sentenza di assoluzione ma solo l’impossibilità di accertare in sede penale la colpevolezza degli imputati, stante i troppi anni trascorsi dai fatti oggetto di imputazione.
In sede civile, invece, la prescrizione per gli stessi fatti ha un termine molto più lungo e detto termine (che in ogni caso non sarebbe ancora decorso) è stato interrotto dalla avvenuta costituzione di parte civile nel procedimento penale. Per chi invece non si è mai costituito parte civile nel procedimento penale potrà interrompere i termini inviando la lettera di richiesta di risarcimento del danno diretta a Banca Carige e alla società di revisione dei conti Ernest & Young.
Inoltre, si potranno usare in sede civile le prove e gli indizi di colpevolezza sino ad oggi raccolti in sede penale.
PERTANTO NON CI ARRENDIAMO E ABBIAMO DECISO DI INTRAPRENDERE L’AZIONE CIVILE PER OTTENERE IL RISARCIMENTO DOVUTO A TUTTI GLI AZIONISTI DI BANCA CARIGE NONCHE’ PER GLI OBBLIGAZIONISTI DI BANCA CARIGE CHE AVESSERO SUBITO UN DANNO PATRIMONIALE.
Il Codacons organizza un’azione collettiva contro Banca Carige ed anche nei confronti della società di revisione dei conti Ernest & Young che ha certificato la regolarità dei bilanci della banca relativamente agli anni 2013 e 2014.
Tale azione civile è mirata all’accertamento del diritto al risarcimento del danno di tutti gli azionisti ed obbligazionisti che hanno subito una perdita finanziaria a causa della condotta dei vertici aziendali Carige (aggiottaggio) e della società di revisione dei conti.
In buona sostanza, non essendo più possibile chiedere l’accertamento della condotta illegittima presso il Tribunale penale per intervenuta prescrizione, si chiede l’accertamento dei medesimi fatti al Giudice Civile.
Non solo ma analizzeremo le posizioni di ciascuno di voi che deciderà di aderire all’azione collettiva per verificare se la banca all’atto della vendita del titolo Banca Carige ha omesso informative al cliente dovute per legge come la non adeguatezza per “ eccesso di concentrazione” qualora il controvalore dei titoli emessi da Banca Carige nel portafoglio titoli nel loro complesso (azioni e /o obbligazioni) raggiungeva o eccedeva il 40 % del controvalore complessivo del portafoglio titoli. Tale eventuale mancanza rilevante sia per gli acquisti allo sportello che con trading on line giustificherà una sentenza di condanna al risarcimento del danno a prescindere dalla vicenda legata ai falsi in bilancio e alle false comunicazioni sociali. Tale eccezione potrà essere attivata nel corso dell’azione collettiva solo da chi ha acquistato i titoli direttamente da Banca Carige per gli altri sarà necessaria un eventuale azione individuale.
Ciascuna delle due domande ( falso comunicazioni sociali legate alle irregolarità di bilancio che l’eccesso di concentrazione in portafoglio titoli di titoli emessi da Banca Carige) per noi fondate in fatto e diritto sarà
idonea DA SOLA a raggiungere il risultato del risarcimento del danno da Voi subito sulle azioni di Banca Carige per chi di Voi potrà eccepire entrambi questi vizi sarà da noi assistito con la stessa quota di adesione all’azione collettiva per entrambe le contestazioni da muovere alla banca.
Se non avete ancora inviato alla società di revisione dei conti che ha certificato i bilanci di Banca Carige considerati irregolari, la richiesta di risarcimento del danno subito, potrete inviarla usando il modello che vi verrà inviato con la pre-adesione, insieme con quello indirizzato alla banca Carige che rappresenta contestualmente anche istanza ex art. 117 e 119 TUB ( Testo Unico Bancario) per avere dalla banca tutti i documenti necessari per analizzare la vostra singola posizione e per fornirci tutti i documenti che dovremo produrre in sede civile . Si allega e potrà essere scaricata anche istanza ex ar.t 117 e 119 TUB anche per chi ha acquistato da altra banca i titoli di Banca Carige.
I COSTI. Gli Avvocati del Codacons tuteleranno tutti gli azionisti ed obbligazionisti che abbiano subito una perdita finanziaria per tutto il giudizio di primo grado, con la redazione dell’atto di citazione, la partecipazione alle udienze e a tutti gli accertamenti tecnici probatori che saranno necessari.
Se vuoi partecipare a questa azione, la quota di partecipazione richiesta è di euro 500,00 per chi ha un pacchetto azionario di valore < 10.000,00 euro, e di euro 600,00 per chi è titolare di un pacchetto azionario > 10.000,00 euro.
Solo in caso di esito positivo dell’azione, ossia qualora sia effettivamente riconosciuto il diritto ad un risarcimento del danno da parte dell’azionista, dovrai corrispondere a titolo premiale, a saldo, il 15% di quanto effettivamente a te riconosciuto per l’attività svolta, mentre qualora non dovessi ottenere alcun risarcimento, non dovrai versare alcuna somma ulteriore.
La quota di partecipazione comprende il costo per la perizia di parte dei tecnici che verrà prodotta per corroborare la tesi e gli elaborati peritali già prodotti in sede penale dal PM (Pubblico Ministero), nonché l’attività dei nostri tecnici quali consulenti di parte nel corso dello svolgimento della CTU.
La quota di partecipazione non comprende il costo dell’eventuale CTU (consulenza tecnica d’ufficio) che dovesse essere disposta dal Giudice né l’eventuale condanna al pagamento dell’onorario degli avvocati di controparte, i cui eventuali costi unitamente quelli della CTU verranno suddivisi tra tutti i partecipanti all’azione.
L’azione collettiva verrà intrapresa solo con un numero minimo di azionisti/obbligazionisti non inferiore a 300.
Se vuoi manifestare il tuo interesse a partecipare a questa azione clicca in fondo alla pagina gemella pubblicata sul sito Nazionale del CODACONS (www.codacons.it ) ed una volta compilato ed inviato il modulo di per adesione (non vincolante) potrai scaricare i seguenti documenti:
a) la domanda risarcitoria diretta alla Banca Carige interruttiva dei termini prescrizionali civili oltre che la contestuale istanza ex art 117 e 119 TUB per chi ha comprato le azioni da Banca Carige
b) La domanda risarcitoria diretta alla società di revisione dei conti che certificò irregolari bilanci di Banca Carige
c) Istanza ex art. 117 e 119 TUB per chi ha comprato le azioni di Banca Carige
Al fine di rispondere a tutte le domande su questa azione, il Codacons ha organizzato un webinar in data 30 settembre 2021 ore 12,00.

Written by: Redazione