Notizie

Abbiamo ricevuto numerose segnalazioni di clienti Wind Infostrada che lamentano di avere la linea assente/inutilizzabile da giorni.

Inutile sottolineare quanto questo abbia creato disagi e danni agi Utenti soprattutto per chi ha necessità di linea telefonica e connessione internet per motivi lavorativi oltre che personali.

Se anche Tu sei nelle stesse condizioni tutelati da ora, non aspettare, possiamo aiutarti.

Scrivici una mail al indirizzo info@codacons.emiliaromagna.it indicando i tuoi recapiti, o chiamaci al numero 051312611 e ti informeremo su come puoi tutelare al meglio i tuoi diritti.

COMUNICATO STAMPA 22 settembre 2017

PROCESSO CASSA DI RISPARMIO DI CESENA

IL CODACONS, IN VISTA DELLA PROSSIMA UDIENZA DEL PROCESSO, HA INDETTO UN’ ASSEMBLEA PER RACCOGLIRE LE FIRME DI TUTTI I PROPRI ASSOCIATI SU UNA NUOVA PROCURA, PER ESTENDERE LA COSTITUZIONE ANCHE PER IL REATO DI OSTACOLO ALL’ATTIVITA’DI CONTROLLO DEGLI ORGANI DI VIGILANZA, NONCHE’ DARA’ LA POSSIBILITA A CHI ANCORA NON SI E’ COTITUITO PER NULLA DI FARLO E PER INDIRIZZARE UNA RACCOMANDATA RISARCITORIA ALLA CASSA DI RISPARMIO DI CESENA E ALLA SOCIETA’ DI REVISIONE DEI CONTI

Stante la decisione del GUP di Forlì, Dr.ssa Del Bianco, dopo aver ammesso tutte le costituzioni di parte civile di rinviare a giudizio gli ex dirigenti della Cassa di Risparmio di Cesena anche per il reato di ostacolo alla vigilanza degli organi di controllo che prevede una prescrizione più lunga rispetto al reato di falso in bilancio il CODACONS ha deciso di convocare a Cesena presso il Palazzo Del Capitano – Sala Del Ridotto – il 25 settembre alle ore 19.00, tutti coloro che avevano incaricato i legali di costituirli parte civile per il reato di falso in bilancio per la sottoscrizione di una nuova procura per il secondo reato imputato agli ex dirigenti. Tale ulteriore incarico non comporterà alcun ulteriore pagamento di fondo spese ai legali. Con l’occasione potranno firmare la procura integrale relativa ad entrambi i capi di imputazione coloro che in occasione dell’udienza precedente non si erano ancora costituiti parte civile e coloro che avevano sottoscritto la procura in ritardo. 

La riunione è altresì importante la presenza di tutti gli azionisti della Cassa di Risparmio di Cesena, perché verrà fatta firmare loro anche una lettera di richiesta di risarcimento danni interruttiva dei termini prescrizionali indirizzata sia alla Cassa di Risparmio di Cesena che alla società che certificava i bilanci della Cassa di Risparmio di Cesena.

Presidente Codacons Emilia Romagna e Vice Presidente Nazionale CODACONS

Avv. Bruno Barbieri 

051.312611

COMUNICATO STAMPA

Cronaca Regionale – 06 settembre 2017

INCENDI: I COMUNI HANNO L’OBBLIGO DI DOTARSI DI UN CATASTO DELLE AREE INCENDIATE

IL CODACONS AVANZA FORMALE RICHIESTA AI COMUNI DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA PER OTTENERE COPIA DEL CATASTO DEI TERRENI

I Comuni devono tenere ed aggiornare annualmente il catasto delle aree incendiate. Lo stabilisce la legge nr. 353/2000 che prevede un preciso obbligo di dotarsi di un catasto in cui registrare i terreni che sono stati attraversati dalle fiamme, negli ultimi cinque anni.

Detta norma stabilisce che sulle aree colpite da incendio non possano essere realizzati strutture o infrastrutture civili, commerciali o industriali per 10 anni dal rogo e, in caso di trasgressione, i Comuni sono obbligati a disporre la demolizione immediata delle opere realizzate a spese dei responsabili. 

Inoltre i fondi percorsi dal fuoco non possono subire cambi di destinazione d’uso per 15 anni e nei contratti di disposizione di detti fondi va richiamato questo vincolo, pena la nullità dell’atto stesso.

Infine su dette aree sono vietate per 5 anni le attività di rimboschimento sostenute con risorse pubbliche e per 10 anni pascolo e caccia, proprio per evitare che lo stesso rimboschimento si trasformi in un vero e proprio affare, pagato dai Cittadini.

Il Codacons evidenzia come in Emilia Romagna siano stati incalcolabili sia i danni alla fauna per tutti gli animali, impossibilitati a fuggire e morti tra le fiamme, sia quelli alla flora. Danni, questi ultimi, che rendono ancor più preoccupante il rischio di crolli e lasciano presagire il peggio, in termini di dissesto idrogeologico, alle prossime abbondanti piogge.

In più tratti le scarpate, ormai spoglie della vegetazione, si mostrano cedevoli, con piccoli massi che già si riversano nelle strade sottostanti, senza esserci stata alcuna precipitazione, figuriamoci quando arriveranno le piogge autunnali o, peggio, le ormai non più rare “bombe d’acqua”.

Per tali ragioni il Codacons ha avanzato una formale richiesta di accesso ai comune della Regione Emilia Romagna per ottenere copia del Catasto dei terreni, aggiornato con l’attestazione dell’avvenuta pubblicazione annuale sull’albo pretorio e di tutte le osservazioni pervenute.

Il Codacons ha chiesto, altresì, di conoscere tutte le aree sottoposte a vincolo e, soprattutto, il numero dei procedimenti attivati per imporre ai proprietari di fondi incolti la pulizia degli stessi, onde prevenire gli incendi nonché il numero di interventi eseguiti dall’Ente in danno ai proprietari che sono rimasti inadempienti.

Nel contempo il Codacons ha chiesto alla Regione Emilia Romagna di elaborare uno specifico piano di protezione civile per le aree poste a valle dei costoni devastati dagli incendi che, con le piogge autunnali, rischiano di essere invase dai flussi fangoso-detritici.

 

Presidente CODACONS Regione Emilia Romagna

Avv. Bruno Barbieri

051312611

Foto del profilo di Alessio D'Alterio

Chiusura estiva

by Alessio D'Alterio on

Si comunica che la Sede rimarrà chiusa al Pubblico, come il servizio di Sportello di Consulenza, dal giorno 14 Agosto 2017 al giorno 25 agosto 2017.

Per esigenze o necessità impellenti contattarci alla casella mail info@codacons.emiliaromagna.it

Auguriamo Buone Ferie a Tutti

Foto del profilo di Alessio D'Alterio

Fiaccolata del Risparmio Tradito

by Alessio D'Alterio on

Ieri, domenica 30 luglio 2017, si è tenuta la Fiaccolata del Risparmio Tradito.

Anche questa volta, al fianco di chi si è visto calpestato nei suoi diritti, tradito e non tutelato, noi c’eravamo… e ci saremo sempre.

Ricordiamo agli Azioni Carife traditi e danneggiati che stiamo combattendo per i lori diritti, contattaci per avere tutte le informazioni.

COMUNICATO STAMPA 

28 LUGLIO 2017

PROCESSO CARIFE S.P.A.

IL CODACONS SARA’ PRESENTE ALLA MANIFESTAZIONE DEGLI AZIONISTI CARIFE DOMENICA 30 LUGLIO 2017 

 

Il CODACONS che è impegnato da oltre un anno a svolgere in tutta la provincia di Ferrara attività informativa a favore degli obbligazionisti e azionisti della CARIFE S.p.A. per fare sapere loro i motivi per cui questi hanno titolo per ottenere un risarcimento del danno nonché delle effettive possibilità di recuperare le somme perse che a parere del CODACONS sussistono effettivamente in caso di condanna degli imputati del processo che inizierà il 20 settembre p.v. ha deciso di partecipare alla manifestazione che si terrà a Ferrara domenica 30 luglio 2017 dalle ore 21.00, con partenza Piazza Municipale.

Partecipando alla manifestazione il CODACONS vuole tra l’altro anche denunciare gli ostacoli che la Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara sta tentando di frapporre al rilascio dell’elenco completo degli azionisti della CARIFE S.p.A. tanto da opporsi ad un decreto ingiuntivo emesso dal Tribunale di Civile di Ferrara che ordinava alla Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara di fornire copia di tale documento ad uno degli azionisti assistiti dai legali del CODACONS. Il giudizio di opposizione a detto decreto ingiuntivo instaurato dalla Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A. si è concluso da oltre un mese con la vittoria dell’azionista che ha manifestato il desiderio di poter, grazie a detta elenco, contattare tutti i propri sfortunati colleghi per poterli informare sulla possibilità di svolgere azioni collettive risarcitorie.

Ciò nonostante, e nonostante la notifica dell’atto di precetto, ad oggi la Nuova Casa di Risparmio di Ferrara S.p.A. non ha ancora prodotto dette l’elenco degli azionisti della CARIFE S.p.A.    

Si tratta di un comportamento ingiustificato ed in spregio di una sentenza del Tribunale Civile di Ferrara e la tangibile prova che la banca teme e vorrebbe evitare una partecipazione di massa da parte degli azionisti impedendo loro (molti dei quali anziani e con titoli di studio non elevati ) di venire informati dei loro diritti.

Presidente CODACONS Emilia Romagna

Avv. Bruno Barbieri

COMUNICATO STAMPA

17 luglio 2016

Frecciarossa bloccato per ore in una galleria vicino Firenze – Il Codacons agisce a tutela dei passeggeri rimasti al buio e senza aria

 

Il CODACONS invita tutti gli utenti che il 17 luglio viaggiavano a bordo il treno Frecciarossa Salerno – Milano – nel tratto fra Castello e San Piero a Sieve rimasti ore bloccati in una galleria, ad aderire all’azione collettiva al fine di chiedere il risarcimento danno di € 500 per ciascun passeggero.

I legali Codacons seguiranno gratuitamente l’azione collettiva dietro l’iscrizione al Codacons. Per ottenere il risarcimento dei danni subiti in questo tratto potete contattare il CODACONS tramite il numero verde 800.05.08.00, oppure 051.312611, o scrivendo un’email all’indirizzo info@codacons.emiliaromagna.it.

Vice Presidente Nazionale CODACONS

Avv. Bruno Barbieri

051 312611

COMUNICATO STAMPA CODACONS

26 giugno 2017

 

PROCESSO CASSA DI RISPARMIO DI CESENA

IL GUP DI FORLI’ CON ORDINANZA LETTA ALL’UDIENZA DI OGGI HA RINVIATO A GIUDIZIO TUTTI GLI EX DIRIGENTI CASSA DI RISPARMIO DI CESENA – FATTA ECCEZIONE PER IL VICE DIRETTORE COLLINUCCI

 IL CODACONS CONTINUA LA RACCOLTA DEI MANDATI DA PARTE DEGLI AZIONISTI

Il GUP di Forli’, Dr.ssa Del Bianco, dopo aver ammesso tutte le costituzioni di parte civile presentate all’udienza del 6/6/17, in data odierna, a conclusione della fase preliminare, ha rigettato tutte le eccezioni sollevate dalle difese degli imputati ed ha rinviato a giudizio tutti gli ex dirigenti della Cassa di Risparmio di Cesena, ad eccezione del Vice Direttore Dr. Collinucci, per non aver commesso i fatti contestati, concludendo così la fase preliminare del processo.

Il rinvio a giudizio, e quindi l’apertura della fase dibattimentale del processo, è prevista per l’udienza del 22/01/2018 avanti al Tribunale Penale di Forlì.

Il CODACONS, pur facendo presente, come viene spiegato in occasione delle proprie assemblee, che quella del procedimento penale non sarà l’unica via percorribile per recuperare le somme perdute a seguito dell’azzeramento del valore delle azioni, ritiene in ogni caso indispensabile che gli azionisti si costituiscano parte civile nel procedimento penale.

Stante la conclusione in data odierna della fase preliminare del processo e il rinvio a giudizio degli ex dirigenti Cassa di Risparmio di Cesena il CODACONS comunica che in data 17/7/2017 alle ore 20:00 si terrà un’assemblea pubblica presso la Sala Sozzi del Palazzo del Ridotto ubicata in Corso Giuseppe Mazzin a Cesena.

In quell’occasione sarà presente l’Avv Bruno Barbieri, Vice Presidente Naz.le Codacons che Vi aggiornerà sulla fase preliminare del processo appena conclusasi. Tutti coloro che ancora non lo avessero fatto e desiderano firmare la costituzione di parte civile per ottenere il risarcimento delle somme perse, dovranno portare in assemblea con se i propri documenti (fotocopia di carta d’identità o patente e codice fiscale) nonché una copia di un estratto conto del proprio deposito titoli da cui risulta che sono intestatari o sono stati intestatari delle azioni della Cassa di Risparmio di Cesena o quanto meno farlo avere al CODACONS entro il 30/09/2017 dopo aver in ogni caso firmato il mandato in occasione della prossima assemblea o di successive che verranno comunicate. E’ necessario che si presentano all’assemblea anche chi ci ha già firmato il mandato al fine di firmare ulteriori documenti necessari per il proseguimento del processo ed il recupero delle somme perse.

 

Presidente Codacons Emilia Romagna e Vice Presidente Nazionale CODACONS

Avv. Bruno Barbieri

051.312611

Foto del profilo di Alessio D'Alterio

PROCESSO CASSA DI RISPARMIO DI CESENA

by Alessio D'Alterio on

IL GUP DI FORLI’ CON ORDINANZA LETTA ALL’UDIENZA DI OGGI HA RINVIATO A GIUDIZIO TUTTI GLI EX DIRIGENTI CASSA DI RISPARMIO DI CESENA – FATTA ECCEZIONE PER IL VICE DIRETTORE COLLINUCCI

IL CODACONS CONTINUA LA RACCOLTA DEI MANDATI DA PARTE DEGLI AZIONISTI

Il GUP di Forli’, Dr.ssa Del Bianco, dopo aver ammesso tutte le costituzioni di parte civile presentate all’udienza del 6/6/17, in data odierna, a conclusione della fase preliminare, ha rigettato tutte le eccezioni sollevate dalle difese degli imputati ed ha rinviato a giudizio tutti gli ex dirigenti della Cassa di Risparmio di Cesena, ad eccezione del Vice Direttore Dr. Collinucci, per non aver commesso i fatti contestati, concludendo così la fase preliminare del processo.

Il rinvio a giudizio, e quindi l’apertura della fase dibattimentale del processo, è prevista per l’udienza del 22/01/2018 avanti al Tribunale Penale di Forlì.

Il CODACONS, pur facendo presente, come viene spiegato in occasione delle proprie assemblee, che quella del procedimento penale non sarà l’unica via percorribile per recuperare le somme perdute a seguito dell’azzeramento del valore delle azioni, ritiene in ogni caso indispensabile che gli azionisti si costituiscano parte civile nel procedimento penale.

Stante la conclusione in data odierna della fase preliminare del processo e il rinvio a giudizio degli ex dirigenti Cassa di Risparmio di Cesena il CODACONS comunica che in data 17/7/2017 alle ore 20:00 si terrà un’assemblea pubblica presso la Sala Sozzi del Palazzo del Ridotto ubicata in Corso Giuseppe Mazzin a Cesena

In quell’occasione sarà presente l’Avv Bruno  Barbieri, Vice Presidente Naz.le Codacons che Vi aggiornerà sulla fase preliminare del processo appena conclusasi. Tutti coloro che ancora non lo avessero fatto e desiderano firmare la costituzione di parte civile per ottenere il risarcimento delle somme perse, dovranno portare in assemblea con se i propri documenti (fotocopia di carta d’identità o patente e codice fiscale) nonché una copia di un estratto conto del proprio deposito titoli da cui risulta che sono intestatari o sono stati intestatari delle azioni della Cassa di Risparmio di Cesena o quanto meno farlo avere al CODACONS entro il 30/09/2017 dopo aver in ogni caso firmato il mandato in occasione della prossima assemblea o di successive che verranno comunicate. E’ necessario che si presentano all’assemblea anche chi ci ha già firmato il mandato al fine di firmare ulteriori documenti necessari per il proseguimento del processo ed il recupero delle somme perse.

Presidente Codacons Emilia Romagna e Vice Presidente Nazionale CODACONS

Avv. Bruno Barbieri

051.312611

Vai alla barra degli strumenti